Tre app fondamentali per la gestione del tempo

Oggigiorno è impossibile pensare di pianificare la gestione del proprio tempo se non lo si fa in funzione di due elementi che fino a una quindicina di anni fa nessuno avrebbe lontanamente preso in considerazione: internet e gli smartphone.

Che ci piaccia o meno, i dispositivi mobili e la possibilità da essi concessa di essere sempre online e sempre reperibili sono oggi parte integrante della nostra vita, che la si guardi dal punto di vista delle relazioni, del lavoro o dello studio.

Bisogna quindi imparare a sfruttare al meglio le potenzialità di cui questi strumenti dispongono, non solo per riuscire ad ottimizzare al meglio il proprio tempo, ma soprattutto per evitare di diventarne succubi involontari.

Fortunatamente di app per la gestione del tempo progettate appositamente per assicurare una corretta organizzazione dei propri impegni e migliorare la propria produttività se ne contano a centinaia, e in questa breve guida te ne presenteremo tre molto semplici ma efficaci, tre must have che non devono mancare nei dispositivi di chiunque voglia attribuire al proprio tempo il valore che merita.

 

Organizzare l’internet: IFTTT (If This Than That)

Screenshot homepage della web app IFTTT.

Nato nel 2011 come solo servizio internet per desktop, IFTTT permette di creare quelle che gli ideatori definiscono “ricette”, ovvero azioni che avvengono in automatico se e ogni qual volta ne avviene un’altra.

Il funzionamento del servizio, ora disponibile per iOS e Android, sta tutto nel nome: If This Than That può infatti essere tradotto brutalmente come “Se (succede) questo, allora (succede) quello”.

Un esempio banalissimo potrebbe essere: “Se posto un tweet con un particolare hashtag allora postalo in automatico su Facebook”.

Ma c’è di più. Con l’avvento della tecnologia di ultima generazione anche nelle nostre case, automobili ed elettrodomestici, IFTTT sviluppa quotidianamente integrazioni con ogni periferica in grado di connettersi ad internet, dandoci la possibilità di aprire in automatico la porta del garage quando siamo nel vialetto di casa, accendere le luci al nostro rientro e ricordarci di andare a dormire con un messaggio sul nostro smartwatch se siamo ancora in piedi dopo una certa ora.

Disponibile per: iOS e Android

Costo: Freemium (gratis con funzionalità aggiuntive a pagamento).

 

Organizzare gli impegni: Any.do

Screenshot della homepagedella we app Any.do.

Any.do non è certo la più nota fra le cosiddette to-do app, ovvero le app che ci aiutano a gestire la nostra lista di cose da fare, ma si batte con altrettanto onore.

Il punto forte di quest’applicazione è certamente la sua grafica minimalista, priva di fronzoli. Il suo funzionamento è altrettanto essenziale: ti permette di creare liste per diversi settori (lavoro, casa, famiglia, amici) e per ogni lista si ha la possibilità di creare delle sottoliste, che possono essere ordinate per priorità.

Interessante l’opzione Moments che, una volta attivata, ti chiederà di tanto in tanto se hai assolto i compiti programmati. Esatto, con Any.do, se vogliamo, possiamo trasformare il nostro telefono in una mamma virtuale!

Disponibile per: iOS e Android

Costo: Freemium (gratis con possibilità di account premium).

 

Organizzare il lavoro: Taskworld

Screenshot della homepage della web app Taskworld.

Meno in voga di concorrenti già note ai più (come Asana) ma decisamente più apprezzata dagli addetti ai lavori, Taskworld è un’ottima applicazione per la gestione dei gruppi di lavoro.

A fronte di un costo di gestione mensile, offre tutto quello che serve per una corretta ottimizzazione dei tempi di produzione fra colleghi:

  • chat interna,
  • strumenti di analisi dei risultati raggiunti,
  • immediata condivisione dei file,
  • possibilità di assegnare compiti e obiettivi,
  • calendarizzazione di scadenze e appuntamenti.

L’unica pecca sta proprio nel prezzo, che dopo un iniziale periodo di prova gratuito parte da 8 dollari al mese a salire, a seconda del numero di utenti che fa parte del gruppo e delle opzioni aggiuntive che si richiedono. Ma sono soldi ben spesi in ottica della grande quantità di tempo che ci permetterà di risparmiare.

Disponibile per: iOS e Android

Costo: Trial (periodo di prova gratuito di 15 giorni, poi a partire da 8€/m).

 

Bonus app: Noisli

Screenshot della homepage della web app Noisli.

A questa lista già di per sé esaustiva vorrei aggiungere Noisli.

Scoperta da chi scrive un po’ per caso durante una sessione di studi condotta in un ambiente particolarmente caotico, Noisli si è rivelata un vero salvavita.

Dal design estremamente sobrio, tutto ciò che fa quest’applicazione è emettere suoni, che possiamo combinare a nostro piacimento, utili ad alienarci dall’ambiente circostante e migliorare la soglia di attenzione.

Possiamo scegliere fra melodie naturali come il fruscio del vento o un temporale in lontananza, così come possiamo affidarci a rumori più moderni, quali quello di un treno sui binari, una ventola che gira, o un semplice rumore bianco.

Quale che siano le nostre preferenze, bastano un paio di cuffie e l’ambiente circostante si dissolve nel nulla, e la nostra concentrazione aumenta in maniera inversamente proporzionale al tempo che sprechiamo.

Disponibile per: iOS e Android

Costo: 1.99$

Enzo Santilli

 

Potrebbero piacerti anche...

Condividi su questi social:
Pubblicato in Tecniche e strumenti efficaci
Tag , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Le Guide di PadronedelTempo

La Guida per te che cominci un'attività o sei un freelance. Fai click sull'immagine qui sotto.
E-cover guida alla gestione del tempo

Il Report sulle "10 Tecniche di Rilassamento Semplici ed Efficaci". Fai click sull'immagine qui sotto.
E-cover report 10 tecniche di rilassamento

Conosci Timerepublik?

Se non sei iscritto a Timerepublik, allora devi assolutamente provare questa Banca del Tempo... Se sei iscritto, puoi donarmi un po' del tuo tempo collaborando al mio progetto. Fai click sul banner qui sotto: