Quando non si ha voglia di fare niente: 7 consigli pratici

Ci sono giorni in cui, senza un apparente motivo, ci si sente scarichi, svogliati ed indolenti. Si starebbe tutto il giorno spalmati sul divano a bere tisane al finocchietto selvatico.

A me qualche volta capita, ohibò. Di solito balzo fuori dal piumone come una molla, ma capitano giorni in cui alzarmi dal letto mi sembra un’impresa titanica, cado in fissa sul muro per dei quarti d’ora e ciondolo tutto il giorno come una mutanda appesa al filo dello stendibiancheria senza combinare un tubo. Dicesi apatia. Si tratta di uno stato psicologico contraddistinto da una temporanea assenza di slancio, vigore e motivazione.

Che cosa fare, a lato pratico, quando capitano giornate di questo tipo? Come uscire dallo stato comatoso? Come darsi una mossa, scrollarsi di dosso l’indolenza e mettersi al lavoro?

Non mi addentro in discorsi sul trovare la direzione nella vita. Stavolta si parla di consigli pratici, semplici pick-me-up testati e collaudati in prima persona, che si sono rivelati utili per superare lo stato di catalessi ed affrontare le giornate sottotono con rinnovato entusiasmo.

1. Fare una doccia fredda

Oltre ad una lunga serie di benefici estetici, tra cui pelle liscia e capelli più forti e setosi, iniziare la giornata con una doccia fredda aiuta a rinfrescare la mente. Proprio come una grassa risata, una doccia fredda, e sottolineo fredda, non fresca, fa mancare il respiro per un istante, favorendo il rilascio di endorfine. Fare una doccia fredda al mattino aumenta l’apporto di ossigeno nell’organismo e velocizza la circolazione sanguigna, migliorando le funzioni cerebrali.

2. Energy boost: fare il pieno di proteine a colazione

Foto di una ragazza che fa colazione.

Battete la fiacca? Fate attenzione a che cosa assumete a colazione. Cappuccino e brioche portano ad un picco di glicemia che dona un’apparente sensazione di energia, ma, nel giro di un paio d’ore, il livello di zucchero nel sangue cala, causando sonnolenza ed attacchi di fame.

Nelle giornate che si preannunciano sottotono, provate a sostituire cappuccio e brioche con un centrifugato di limone e zenzero ed un toast con pomodori datterino maturi, uova fresche in camicia, un avocado, feta greca, basilico, origano ed un filo d’olio. Ne deriva un mix di sapori e consistenze veramente squisito, in cui il gusto burroso dell’avocado si sposa armoniosamente con la voluttuosità dell’uovo.

È doveroso precisare che il beverone a base di limone e zenzero non è propriamente una delizia ma, nei giorni di fiacca, dà una botta di vita dall’effetto durevole, contrariamente a quanto accade con la caffeina.

3. Acqua a garganella

L’idratazione è fondamentale per darsi una mossa nelle giornate no. Assicuratevi di bere almeno due litri di acqua al giorno. Potete ricorrere ad apposite applicazioni per smartphone e tablet per ricordarvi di bere spesso, tra cui, ad esempio, Hydro, AquaClock, che emette un segnale acustico per ricordarvi di tirare giù delle belle golate d’acqua, e Plant Nanny, un simpatico gioco che prevede che vi prendiate cura di una piantina bevendo con regolarità.

Io ho adottato un metodo più artigianale, ossia segnare con un pennarello gli orari sulla bottiglia e, ogni ora, verificare di aver ingollato acqua a sufficienza.

Per un effetto ancor più rinfrescante e tonificante, aggiungete una foglia di menta e qualche fetta di limone e di cetriolo.

4. Impostare la giusta musica di sottofondo per darsi una mossa

Su Spotify e YouTube sono disponibili centinaia di playlist e video di musica in grado di stimolare la concentrazione e dare un po’ di carica, utili per darsi una mossa nelle giornate sottotono.

5. Sniffare menta ed eucalipto

Funziona, giuro. Applicate qualche goccia di olio essenziale di menta, di eucalipto o di erbe alpine su un dischetto di cotone, tirate su di narice e via, una botta di vita. In alternativa, va bene anche farsi una pista di Vicks VapoRub direttamente dal barattolo.

6. Staccare la spina per un’ora

Se proprio non riuscite ad ingranare, provate a dedicarvi ad altro per un’oretta. Se possibile, uscite all’aria aperta, fate un giro, andate in palestra o a correre al parco.

7. Riordinare la scrivania

Il caos mi manda in tilt. Riordinare la scrivania, mettere ordine, apportare qualche piccola modifica alla disposizione dei complementi d’arredo, buttare via volantini pubblicitari e cianfrusaglie varie che rubano spazio nell’ambiente di lavoro smuove energie che, in genere, aiutano a ritrovare la concentrazione.

Concludendo…

Riassumo per chi fosse rimasto scioccato dai “rimedi” a volte un po’ draconiani, a volte un po’ new age e non avesse assimilato bene queste 7 perle attinte dalla mia personale esperienza:

  • doccia scozzese, per darti una scossa quando nelle giornate no sei più scarico di una batteria inerte;
  • intruglio sferza-letargici e scorpacciata di uova e verdure fresche per fare il pieno di energia a colazione;
  • bere (acqua) a go-go per idratare il corpo;
  • musica a profusione sfruttando la banda larga e i social;
  • uso di oli essenziali come stimolatori olfattivi;
  • rendersi irreperibili per almeno un’oretta;
  • il “potere del riordino” della tua scrivania.

Non basta ancora? Sei alla ricerca di soluzioni che insegnino un metodo per essere più produttivi? Allora scarica subito l’estratto gratuito del Super Report “Guida alla Gestione del Tempo per Freelance e Piccoli Imprenditori del Web.

Jessica Maggi

Condividi su questi social:
Pubblicato in Aumentare la produttività
Tag ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Le Guide di PadronedelTempo

Il Report sulle "10 Tecniche di Rilassamento Semplici ed Efficaci". Fai click sull'immagine qui sotto.
E-cover report 10 tecniche di rilassamento

Conosci Timerepublik?

Se non sei iscritto a Timerepublik, allora devi assolutamente provare questa Banca del Tempo... Se sei iscritto, puoi donarmi un po' del tuo tempo collaborando al mio progetto. Fai click sul banner qui sotto: